back.jpg

Saint Marcellin

Auvergne-Rhône-Alpes

Isère

regioni francia.png

Latte di vacca

Si racconta che il re Luigi XI ttaccato da un orso durante una battuta di caccia nel Vercors fu salvato da due boscaioli che gli avrebbero fatto assaggiare del Saint Marcellin dell'epoca per farlo riprendere dalle emozioni. In origine prodotto con latte di capra, il Saint Marcellin si è poi diffuso in tutto il Delfinato, passando progressivamente al latte vaccino. Consumato piuttosto secco nella regione di origine, viene detto "stagionato alla Lionnese" quando è molto cremoso.

I latti raccolti vengono inoculati con degli innesti naturali "maison" con una coagulazione leggera. La cagliata, dopo una presa in 24 ore, verrà messa in forma con dei ripartitori evitando di romperla. La salatura a secco verrà fatta dopo aver tolto gli stampi

Saint Marcellin